Analisi Semiotica Episodio di Bones 4×26 (2)

[google-translator]

2. Bones, la serie

Bones è una serie televisiva americana nata nel 2005 dalla penna di Hart Hanson di cui a settembre partirà l’ottava stagione.
La storia, liberamente ispirata alla vita di Kathy Reichs, narra le vicende di Temperance Brennan, una brillante antropologa forense che, insieme alla sua squadra di “squints” collabora con l’FBI per risolvere casi di omicidio in cui i resti dei cadaveri sono talmente decomposti da non poter essere riconosciuti.
“Bones” è il soprannome affibbiato a Brennan dal suo partner, l’Agente Speciale Seeley Booth, che svolge il ruolo di collegamento tra l’FBI e l’Istituto Jeffersonian, per cui Brennan lavora.

2.1 Scheda del prodotto

Serie: BONES (2005-in corso)
Creata da: Hart Hanson
Episodio: 4×26 “The end in the beginning” (Season Finale della stagione 4)
Titolo italiano: “Sogno e realtà”
Prima tv USA: 14/05/2009 su Fox
Prima tv Italia: 17/04/2010 su Rete4
Sceneggiatura: Hart Hanson
Regia: Ian Toynton
Colonna Sonora: “Dr. Feelgood” dei Motley Crue; “Neverending Summer” e “Caveman” dei Dayplayer.
Durata: 43’19”
Distribuzione: 20th Century Fox
Cast regolare:

  • David Boreanaz (Mr. B / Booth)
  • Emily Deschanel (Bren / Bones)
  • Tamara Taylor (Detective Cam Saroyan)
  • Michaela Conlin (Angela, la hostess del night club)
  • Tj Thyne (Jack Hodgins, il romanziere)
  • John Francis Daley (Sweets, il barista e cantante dei “Gormogon”)

Guest Stars:

  • Brendan Fehr (Jared, detective della polizia e fratello di Mr. B)
  • Ryan O’Neal (Max, il politico corrotto nonchè “Gravedigger”)
  • Patricia Belcher (Caroline, avvocato del night club)
  • Eric Millegan (Zack, assistente personale di Bren)
  • Michael Grant Terry (Wendell, buttafuori del night club)
  • Joel David Moore (Fisher, cuoco del night club)
  • Carla Gallo (Daisy, la cameriera del night club)
  • Ryan Cartwright (Vincent, dj del night club)
  • Eugene Byrd (C-Synch, rapper fratello del gangster)
  • Pej Vadhat (Arastoo, il persiano che vuole comprare il night club)
  • Sean Blakemore (gangster)
  • la band dei Motley Crue
  • la band dei Dayplayer
2.2 La quarta stagione

Composta da 26 episodi, la quarta stagione è, finora, la più lunga che Bones abbia mai avuto.
A parte qualche eccezione, dal punto di vista procedurale gli episodi di questa stagione sono costituiti da una trama principalmente verticale, ovvero affrontano casi di omicidio che vengono risolti entro la fine dell’episodio e non si protraggono oltre.
Dal punto di vista delle vicende dei personaggi, invece, la stagione è abbastanza ricca di storyline orizzontali. Quella che più ci interessa, ai fini di questa analisi, è quella in cui, a seguito di ripetute allucinazioni, a Booth viene diagnosticato un tumore al cervello, per rimuovere il quale deve farsi operare d’urgenza (episodio 4×25 “The critic in the Cabernet”).

Riassunto dell’episodio 4×25 -> Password per vederlo: fallingskies

Nello stesso episodio, Brennan aveva chiesto a Booth il suo sperma per poter concepire un figlio e lui era molto combattuto al riguardo: da una parte, infatti, era lusingato che Bones avesse chiesto a lui e non voleva dirle di no per paura che lei si rivolgesse a qualcun’altro; dall’altro lato però, non voleva davvero avere un figlio da lei in un modo così clinico, senza potergli fare da padre e soprattutto senza poter stare con lei. Così, per buona parte dell’episodio cerca di convincersi che esaudire il desiderio di lei sia la cosa migliore da fare, ma il solo pensiero di doverla lasciare da sola a curarsi di questo ipotetico figlio gli crea talmente tanto stress da fargli tornare le allucinazioni.
L’episodio 4×25 si chiude quindi con Booth trasportato in sala operatoria, dove deve essere operato d’urgenza…

bones_4x25-booth_ending_scene

<< go to Chapter 1 || go to Chapter 3 >>

Leave a Reply